Ossigeno Iperbarico e

Apparecchiature Estetico Medicali

L'addio al bisturi

Addio al bisturi con cavitazione e radiofrequenza

La nuova frontiera per combattere, ridurre e perfino eliminare definitivamente la cellulite è l'effetto combinato di radiofrequenze ed ultrasuoni, come sostengono numerosi specialisti di chiara fama. Diversi esperti di medicina e chirurgia estetica, riunitisi recentemente al Decimo Congresso Internazionale di Medicina Estetica tenuto a Milano, hanno riconosciuto l'avvento dell'era delle nuove sinergie in campo medico-estetico.

Sinergie già sperimentate con risultati decisamente soddisfacenti, che consistono nell'utilizzo della cavitazione, una tecnologia avanzatissima in grado ridurre con particolare efficacia pannicoli cellulitici e adiposità localizzate, abbinata alla radiofrequenza che genera calore negli strati profondi del derma. Tale azione congiunta provoca un effetto anti-aging e liposcultoreo ottimizzando in tal modo i risultati ottenuti in seguito alla lipolisi, evitando così l'intervento invasivo del bisturi.

"E' sufficiente sdraiarsi su un lettino - spiegano gli specialisti - e farsi trattare per circa una ventina di minuti i "maledetti" cuscinetti di pancia, fianchi e interno cosce con un'apparecchiatura che emette ultrasuoni". L'energia a bassa frequenza così prodotta agisce negli strati sottocutanei con una triplice azione combinata che ha lo scopo di sciogliere e demolire le cellule adipose e consentirne quindi lo smaltimento attraverso il sistema circolatorio e linfatico. In poche sedute (da un minimo di 6 a un massimo di 10) i risultati della cavitazione sono apprezzabili: una riduzione significativa in centimetri della parte trattata ed un miglioramento generale del tono dei tessuti.

Utilizzare in aggiunta la radiofrequenza monopolare migliora efficacemente la parte già trattata con la cavitazione, avvertono gli specialisti. Il campo elettromagnetico applicato sul tessuto, genera calore nella parte interessata aumentando la temperatura interna di circa 15 gradi centigradi. Tale reazione causa una denaturazione delle fibre collagene con una successiva riorganizzazione stechiometrica delle stesse che, essendo ora più corte e ispessite, manifestano un evidente effetto tensore. Dopo un ciclo completo di trattamenti (da 8 a 10, con un trattamento mensile o bimestrale di mantenimento) si assiste a una netta implementazione della texture epidermica e dell'organizzazione del derma sottostante, un miglior colorito della pelle dovuto all'induzione dei processi vasoattivi, un aumento delle fibre di collagene ed una maggior stimolazione fibroblastica.

Addio al bisturi con cavitazione e radiofrequenza

OSSIGENO IPERBARICO ESTETICO: la tecnica piu innovativa nel ringiovanimento cutaneo!