Ossigeno Iperbarico e

Apparecchiature Estetico Medicali

Invecchiamento della pelle e raggi solari

Invecchiamento della pelle ed esposizione ai raggi solari

E' ormai estate piena e come tutti gli anni non mancano su giornali e riviste specializzate di estetica e di medicina le raccomandazioni a dosare attentamente l'esposizione ai raggi solari per ottenere la tanto desiderata tintarella. I raggi solari sono contemporaneamente amici e nemici della pelle umana: sono amici perchè stimolano la produzione di vitamina D direttamente nella pelle, sono nemici perchè producono fenomeni di invecchiamento precoce della pelle stessa e determinano la comparsa e l'accentuazione delle rughe.

I raggi solari direttamente responsabili di questi fenomeni sono i cosidetti raggi ultravioletti, ossia radiazioni elettromagnetiche aventi una lunghezza d'onda inferiore alla luce visibile e superiore a quella dei raggi X. La lunghezza delle radiazioni ultraviolette è suddivisa in UV-A (400-315 nm), UV-B (315-280 nm) e UV-C (280-100 nm).

I raggi solari contengono tutte le suddette lunghezze ma l'atmosfera scherma quasi completamente gli UV-B ed UV-C, cosicchè il 99% dei raggi ultravioletti che giungono sulla nostra pelle sono UV-A.

Gli UV-A sono i raggi meno dannosi, ma sono perfettamente in grado di provocare ustioni anche gravissime se assorbiti ad alte dosi e sono i responsabili principali dell’invecchiamento della pelle, dato che sono in grado di penetrare profondamente nella pelle e danneggiare, a volte irreparabilmente, le cellule che producono le fibre di collagene o fibroblasti. La pelle impoverita dalle suddette cellule diventa immediatamente meno elastica e si determina la comparsa delle rughe. La pelle umana si difende contro l'aggressione dei raggi ultravioletti producendo un pigmento scuro chiamato melanina, che blocca la penetrazione degli ultravioletti nella parte profonda della pelle.

I metodi per evitare che l'esposizione solare danneggi la nostra pelle sono semplicissimi: utilizzare creme solari in grado di bloccare almeno parzialmente gli ultravioletti e soprattutto evitare di esporsi all'irradiazione nelle ore centrali della giornata, quando l'inclinazione dei raggi rispetto al suolo è minima ed è quindi minima la schermatura che l'atmosfera terrestre è in grado di garantire.

La cura per l'estetica della nostra epidermide quindi, ancor prima di intraprendere qualsiasi trattamento estetico, passa anche e soprattutto attraverso la prevenzione e l'uso del buon senso quando trascorriamo le sospirate vacanze.

Invecchiamento della pelle ed esposizione ai raggi solari

OSSIGENO IPERBARICO ESTETICO: la tecnica piu innovativa nel ringiovanimento cutaneo!